Tra ville e fattorie

Comune Castelnuovo Berardenga

OUTDOOR / SENTIERI / CHIANTI

Un unico percorso che, attraverso i sentieri 370, 327 e 331, unisce quattro meraviglie del territorio della Berardenga: la fattoria di Catignano, una volta villaggio, già documentato a partire dal XIII secolo; la villa di Geggiano, il cui impianto attuale risale al 1768 e resa famosa perchè dimora dell'archeologo senese di fama internazionale Ranuccio Bianchi Bandinelli, la villa di Monaciano, con l'annessa fattoria e lo splendido parco a decorare l'edificio trasformato attorno alla metà del XIX secolo.

Infine, lo scrigno di meraviglie e bellezza rappresentato dalla celebre Certosa di Pontignano, luogo di preghiera di Santa Caterina da Siena patrona d'Europa, nata come monastero nel XIV secolo, adesso spettacolare complesso edilizio ricco di meravigliosi elementi architettonici ed artistici, destinato ad attività ricettiva.

I sentieri 328, 329 e 370A consentono di ridurre il percorso creando anelli di dimensioni più contenute e permettendo, magari in due uscite, di godere pienamente delle bellezze di una zona ricca di emergenze architettoniche. Il sentiero 370A permette una variazione del tracciato attraverso la quale è possibile affacciarsi sul lago della fattoria di Monaciano.

Punti di interesse

Da segnalare le quattro emergenze storiche e architettoniche che danno il nome al percorso: la villa Ranuccio Bianchi Bandinelli di Geggiano, la villa di Catignano, la Certosa di Pontignano e la villa di Monaciano. Tre dimore storiche ed un edificio religioso arricchiti da meravigliosi giardini e parchi, che al loro interno conservano arredi e finiture di elevato pregio e richiamo storico.

Percorso:
Dettagli Tecnici:
  • Località di Partenza: Ponte a Bozzone e Geggiano, oltre ai quattro luoghi significativi del percorso
  • Come arrivare: In Auto
  • Località di arrivo: percorso ad anello
  • Accesso: Ponte a Bozzone si trova lungo la SP408 che collega Siena a Gaiole in Chianti e al Valdarno; Geggiano è un caratteristico boschetto attrezzato posto nelle immediate vicinanze di Ponte a Bozzone, sempre lungo la SP408, poche centinaia di metri ad est. Le quattro residenze storiche sono raggiungibili anche dalla viabilità comunale a nord dell'abitato di Ponte a Bozzone.
  • Livello di difficoltà: E - Escursionistico
  • Eventuali criticità: Strade bianche, sentieri di bosco e stradoni di vigneto. Da porre particolare attenzione alla discesa dall'argine del lago, lungo il 370A, e all'attraversamento del guado lungo il 327, tra i poderi Scheggiolla e Giobbole.
  • Requisiti esperienza: Media
  • Tempo di Percorrenza: 3 ore e 30 m.
  • Lunghezza: 12,7 km
  • Ascesa Totale: 430m
  • Discesa Totale: 430m
  • Altezza Massima: 365m sul mare
  • Altezza Minima: 230m sul mare
  • Segnaletica: segnaletica CAI
  • Periodo più adatto per affrontare il percorso: Tutto l'anno; visti i guadi, evitare i periodi più piovosi
  • Equipaggiamento necessario: Calzature adatte, con suola scolpita e impermeabili; consigliato cale di ricambio
  • Operatori che offrono servizi turistici accessori al percorso:
    - Certosa di Pontignano
    - Picchio della Tinaia
    - Villa Monaciano
    - Belvedere Tenuta di Monaciano
    - Agriturismo San Marcello in Chianti
    - Agriturismo Pontignanello
05-tra-ville-e-fattorie
Galleria:
Scroll to Top