Castelnuovo Berardenga

Un borgo da scoprire con lentezza, la città del buon vivere più a sud del Chianti

astelnuovo Berardenga è denominata Città Slow, borgo votato al benessere e a uno stile di vita genuino; inoltre, è denominata anche Città del Vino, come la maggior parte dei paesi del Chianti che offrono collezioni pregiate di vino Chianti Classico. Passeggiando per le vie del borgo, dal quale è possibile scorgere Siena in lontananza, ci si imbatte nel Museo del Paesaggio, che offre percorsi espositivi dedicati ai paesaggi senesi e italiani, alcuni dei quali hanno ispirato cinema e letteratura. Si respira l'atmosfera di paese nella centrale Piazza del Castellare, che ospita l’alta torre, e nel caratteristico vicolo dell’Arco, riconoscibile per le sue ripide scale in pietra sormontate da un arco. Imperdibile, infine, Villa Chigi Saracini, un palazzo ottocentesco costruito sulle rovine di quello che fu un antico castello, con all’esterno un grande parco all’inglese e un giardino all’italiana.
In una pittoresca strada secondaria appena fuori il paese si trova la Pieve di Santa Maria a Pacina, riconoscibile dal campanile cilindrico: appare oggi nelle vesti di un rifacimento del XVIII secolo ma di origine romanica.
Avventurandosi nel territorio circostante si possono riscoprire le origini di Castelnuovo Berardenga, legate alla fondazione nel IX secolo del Monastero di San Salvatore a Fontebona oggi Badia a Monastero, nella cui zona sorgono anche il Castello di Montalto e il borgo Monastero d' Ormbrone.

INFO

Ufficio Turistico
Via Chianti 61 a Castelnuovo Berardenga
+39 0577 351337
ufficio.turistico@comune.castelnuovo.si.it
www.comune.castelnuovo.si.it

06-VisitChianti-Certosa-di-pontignano-castelnuovo-berardenga-toscana-1148x622

"Da certose monumentali a borghi animati da opere d'arte contemporanea, il paesaggio protagonista è nella comune slow"

Altra bella frazione con mura meravigliosamente conservate è San Gusmè: le fortificazioni che abbracciano il borgo furono costruite anche grazie all’aiuto di Siena a fine del ‘300.
Tra la quiete e il canto dei grilli si erge maestosa la Certosa di Pontignano, un antico monastero in cui il cuore del Chianti batte forte, offrendo ristoro, arte e storia tra grandi chiostri e giardini curati; poco distanti anche le ville di Geggiano e Monaciano, con i loro graziosi giardini e gli eleganti edifici che parlano di epoche passate.
Lungo la strada dei castelli si trova Villa a Sesta il paese del Dit'utno – Il Festival del mangiare con le mani, conosciuto anche per i suoi famosi ristoranti stellati Michelin. All’estremo nord ovest del territorio comunale merita una visita Vagliagli caratteristico borgo del XIII secolo, circondati da splendidi e pregiati vigneti.
Il territorio di Castelnuovo è reso famoso anche dalla Battaglia di Monteaperti, citata da Dante Alighieri nella Divina Commedia, combattuta il 4 settembre 1260 fra le truppe senesi e fiorentine, ora ricordata dal Cippo dedicato alla Battaglia.
Del tutto particolare Pievasciata, un piccolo Borgo d’Arte Contemporanea che ospita installazioni d'arte nelle strade e negli immediati dintorni. Poco distante è possibile visitare il Parco Sculture del Chianti, mostra permanente di sculture contemporanee realizzate da 27 artisti provenienti da tutto il mondo, meravigliosamente integrate con l’ambiente.

Nel cuore verde della Toscana, si trova un territorio conosciuto in tutto il mondo per la sua bellezza. Parliamo del Chianti, una regione ricca di vigneti e oliveti, dove il vivere slow è diventato un simbolo universale.

color_lens Idee

explore Itinerari
work Proposte di viaggio
event Eventi
local_offer Offerte

Ospitalità

Gli agriturismi sono l'alloggio all'insegna della sostenibilità che più distingue questa terra di coloniche rurali disseminate nel silenzio della campagna. I castelli, le ville e le residenze d'epoca sono immerse in un'atmosfera nobiliare di altri tempi. Risvegliarsi in Chianti è un'esperienza unica.

Scopri tutti i contenuti su

visittuscany logo
Scroll to Top