San Casciano in Val di Pesa

“La Parigi del Chianti”, dove tradizione e avanguardia si sposano col paesaggio

bitato già in epoca etrusca, durante l’epoca romana San Casciano in Val di Pesa fu una stazione di posta situata al decimo miglio da Firenze. Considerato punto strategico, nel 1200 d.C diventò avamposto militare a protezione del capoluogo toscano dai pericoli provenienti da Siena, e successivamente furono edificate le imponenti mura cittadine, ancora oggi visibili per oltre un chilometro.
Tra le vie del borgo si trova il Museo Giuliano Ghelli allestito in parte all’interno della chiesa di Santa Maria del Gesù o del Suffragio in cui è possibile ammirare una ricca esposizione di arte sacra tra cui spiccano opere di Maestri del luogo tra il Duecento e il Cinquecento, come Ambrogio Lorenzetti, Lippo di Benivieni e Neri di Bicci.
A pochi passi si trova la chiesa di Santa Maria del Prato, conosciuta anche come “della Misericordia”, un esempio architettonico che è facile ritrovare nelle numerose chiese sparse sul territorio e che espone al suo interno il Crocifisso di Simone Martini.
San Casciano offre interessanti esperienze artistiche anche semplicemente passeggiando per le vie del centro: dall’alto delle mura troneggia fiero il Cervo di Mario Merz seguito da una progressione numerica al neon che si ispira alla successione matematica di Fibonacci. L’arte contemporanea vive nelle opere sparse nel territorio di Tusciaelecta e nelle sculture di Mauro Staccioli, una delle quali ai piedi della Torre di Luciana.
Anche la Torre del Chianti, il vecchio acquedotto che racchiude al suo interno un’installazione basata su materiali riflettenti, è visitabile come eccezionale punto panoramico su tutto il territorio.

INFO

Ufficio Turistico
Via Niccolò Machiavelli 8, San Casciano in Val di Pesa
+39 055 828324
ufficioturistico.sancascianovp@gmail.com
www.sancascianovp.net

36-VisitChianti-San-casciano-val-di-pesa-toscana-shutterstock_1366459844-2173x1566

"Archeologia e ville, natura e sapori, benvenuti
nel nord del Chianti"

Luogo dove sostare per un pic nic è il Parco La Botte lungo il fiume Pesa, nelle vicinanze del capoluogo; è ideale per chi desidera refrigerarsi accanto al torrente Pesa o per intraprendere un percorso in bicicletta o fare trekking verso i siti archeologici nelle vicinanze. Per gli appassionati di archeologia, il sentiero panoramico tra oliveti e vigneti, in località La Collina, conduce alla famosa Tomba dell’arciere, imperdibile testimonianza etrusca del VII sec. a.C.
Le numerose ville disseminate tra le colline rimandano a immagini evocative di famiglie nobiliari in saloni rinascimentali: Villa Tattoli nella valle del torrente Sugana, Villa Mangiacane, probabilmente progettata da Michelangelo Buonarroti e da Giorgio Vasari, Villa Montepaldi, di proprietà dell’Università di Firenze, e il palazzo conosciuto come l’Albergaccio, dimora di Niccolò Machiavelli dove scrisse Il Principe durante l’esilio.

Nel cuore verde della Toscana, si trova un territorio conosciuto in tutto il mondo per la sua bellezza. Parliamo del Chianti, una regione ricca di vigneti e oliveti, dove il vivere slow è diventato un simbolo universale.

color_lens Idee

explore Itinerari
work Proposte di viaggio
event Eventi
local_offer Offerte

Ospitalità

Gli agriturismi sono l'alloggio all'insegna della sostenibilità che più distingue questa terra di coloniche rurali disseminate nel silenzio della campagna. I castelli, le ville e le residenze d'epoca sono immerse in un'atmosfera nobiliare di altri tempi. Risvegliarsi in Chianti è un'esperienza unica.

Scopri tutti i contenuti su

visittuscany logo
Scroll to Top