Pietrafitta e le colline del Chianti

Comune Radda in Chianti

OUTDOOR / SENTIERI / RADDA IN CHIANTI

Il sentiero si snoda tra le vaste pinete del crinale di Castellina e dopo aver percorso varie colline lungo stradelli e carrarecce raggiunge l’abitato di Pietrafitta, oggi struttura ricettiva di notevole fascino.

Passato il borgo medioevale il percorso procede in leggeri saliscendi fino a lambire le vigne della fattoria di Querceto. Qui si cammina lungo la strada sterrata fino a raggiungere la fattoria e superarla. Il percorso si sviluppa ancora per un po’ lungo il crinale fino ad incontrare un bivio sulla destra e, facendo attenzione, si svolta con una curva a gomito, scendendo ora su un sentiero tra il bosco che procede in discesa.

Si attraversano tratti aperti per il taglio del bosco e tratti più fitti, dove il sentiero diventa più stretto. Sempre in discesa si arriva alle case Gerla e qui si imbocca una stradella sterrata che procede in di discesa verso la valle della Pesa. Mancano circa 400 metri all’arrivo al fiume che si attraversa su un
ponte carrozzabile.

Siete giunti a Lucarelli dove il percorso termina.

Punti di interesse

  • Il borgo di Pietrafitta con la sua storia e l’incantevole posizione è un luogo dove vale la pena soffermarsi.
  • La fattoria di Querceto regala viste incantevoli
  • I paesaggi caratteristici del Chianti
Percorso:
Dettagli Tecnici:
  • Località di Partenza: Poggiofulvo, nel comune di Castellina, dall’incrocio con la via Romea Sanese.
  • Come arrivare: Per raggiungere il sentiero 345 occorre avere il centro abitato di Castellina in Chianti come punto di riferimento. Da Castellina si procede in direzione di San Donato in Poggio lungo la sp 76. Poco dopo il centro abitato e sulle prime colline si raggiunge il punto di partenza del sentiero. Una alternativa è arrivare direttamente a Pietrafitta e da li, saltando il primo tratto del sentiero, raggiungere Lucarelli.
  • Località di arrivo: Lucarelli 
  • Accesso: Da Castellina si procede in direzione di San Donato in Poggio lungo la sp 76. Poco dopo il centro abitato e sulle prime colline è necessario svoltare sulla destra in una strada sterrata che raggiunge la località di due Querce. Prima di arrivare al podere precedentemente citato, si raggiunge il punto di partenza del sentiero.
  • Livello di difficoltà: E - Escursionistico
  • Eventuali criticità: Non vi sono criticità, ma alcuni brevi tratti del sentiero sono privi di ombra ed occorre munirsi in estate di cappelli e adeguate protezioni
  • Requisiti esperienza: capacità di escursionismo di base
  • Tempo di Percorrenza: 2 h e 30 minuti
  • Lunghezza: 8,1 km
  • Ascesa Totale: 169 metri
  • Discesa Totale: 497 metri
  • Altezza Massima: 622 m.s.l.
  • Altezza Minima: 279 m.s.l.
  • Segnaletica: segnaletica orizzontale su alberi e rocce, presenza di pioli in legno con colorazione regolamentare
  • Periodo più adatto per affrontare il percorso: Tutto l'anno
  • Equipaggiamento necessario: equipaggiamento base per escursionismo
  • Operatori che offrono servizi turistici accessori al percorso: nd
Scroll to Top